Archivi a rischio scomparsa tre giorni di mobilitazione

Publicado el: 16/10/2011 / Leido: 5288 veces / Comentarios: 0 / Archivos Adjuntos: 0

Compartir:

Archivi a rischio scomparsa tre giorni di mobilitazione

Mancato ricambio generazionale del personale, risorse inesistent: venerdì alle 10 protesta a Palazzo Marigliano


Fuente: http://napoli.repubblica.it

Lo stato di grave crisi del settore archivistico, provocato dal mancato ricambio generazionale del personale che perdura ormai da un ventennio e dalle scarse o quasi inesistenti risorse che vengono attribuite ai Beni culturali in genere e, al loro interno, agli Archivi, ha indotto l'Anai (Associazione nazionale archivisti italiani) in collaborazione con la Società Italiana degli storici medievisti(Sismed), la società Italiana per la Storia dell'età moderna(Sisem) e la Società Italiana per lo studio della storia Contemporanea (Sissco), a promuovere la manifestazione  "...E poi non rimase nessuno, Archivi e archivisti nella crisi italiana" con iniziative che si svolgeranno in tutta Italia dal 12-15 ottobre 2011.


A Napoli la mobilitazione degli archivisti culminerà in una manifestazione di protesta organizzata per venerdì 14 ottobre, alle ore 10,00, nella sede della Soprintendenza Archivistica per la Campania a Palazzo Marigliano, in Via San Biagio dei Librai n.39. Interverranno Imma Ascione Direttore dell'Archivio di Stato di Napoli, Guido D'Agostino, Presidente Istituto campano per la storia della Resistenza 'Vera Lombardi', Maria Rosaria de Divitiis Presidente Anai sezione Campania, Raffaele De Magistris AIB - Campania,Giovanni Muto Presidente Sisem, Maria Luisa Storchi soprintendente archivistico per la Campania.

Alla manifestazioni hanno aderito numerose istituzioni culturali cittadine tra cui l'Istituto Banco di Napoli-Fondazione, Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, AIB-Campania Si deve far notare - spiega in un documento il presidente della sezione campana dell'ANAI, Maria Rosaria de Divitiis - che mentre in Italia soffriamo questa crisi, in Francia e in Spagna, paesi non diversamente coinvolti dalle difficoltà economiche in atto in Europa e nel mondo, si investe per la costruzione di nuove strutture archivistiche, con grande fede nel valore degli archivi, della memoria, della storia, dell' identità nazionale che tanto potrebbero servire per il riscatto".

"Per la sensibilità che avete sempre manifestato come persone, enti, istituzioni, istituti culturali, imprese, verso la tutela e la valorizzazione degli archivi e verso il ruolo degli archivisti di Stato - conclude la de Divitiis rivolgendo un appello alla società civile - vogliate sostenere la nostra protesta. Sollecitiamo il vostro contributo di adesione, di idee, di proposte e la vostra collaborazione per altre eventuali forme d' impegno".

Publicado el: 16/10/2011 / Leido: 5288 veces / Comentarios: 0 / Archivos Adjuntos: 0

Compartir:
Dejar comentario

Comentarios